Segno della fovea

COS’E’ LA FOVEA?

Il segno della fovea è una fossetta transitoria più o meno profonda che si forma premendo la punta di un dito su di un tessuto per alcuni secondi.
Tale termine deriva dal latino “fodere” che significa scavare.

fovea caviglia

COME SI RICERCA?

Si preme per 20 secondi sulla regione corporea che si vuole esaminare.
Il segno viene considerato positivo se rimane una fossetta più o meno profonda che entro pochi minuti tende a regredire.

In parole molto semplici, premendo si causa uno spostamento di liquidi laterale rispetto alla pressione con conseguente formazione di un avvallamento.

Nel momento in cui la pressione viene tolta, i liquidi tornano lentamente nella situazione iniziale.

DOVE SI RICERCA?

Per quanto riguarda gli edemi degli arti inferiori solitamente si testa a livello delle caviglie nelle zone retro malleolari.

Negli arti superiori, tale segno può essere ricercato sul dorso della mano o sull’avambraccio.

La fovea può essere comunque valutata in ogni distretto corporeo.

CHI PRESENTA IL SEGNO DELLA FOVEA?

Chi ha subito un trauma o un intervento chirurgico, chi soffre di linfedema, chi soffre di scompenso cardiaco o renale.

LA FOVEA NEGLI EDEMI LINFATICI

La positività del segno è spesso indice di un edema facilmente reversibile, non necessariamente recente.

Una positività importante può dare indicazione di un edema che risponderà in modo veloce alla terapia decongestiva complessa.

Con il cronicizzarsi della patologia linfatica, tale segno tende a diventare negativo in quanto i tessuti tendono a fibrotizzarsi andando verso un consistenza “meno liquida”.

È bene affrontare il linfedema con le giuste terapie quando la componente liquida è ancora presente.

La fovea è una delle condizioni che vengono clinicamente valutate dal medico per stabilire lo stadio del linfedema.

I QUATTRO STADI DEL LINFEDEMA

Secondo il THE EUROPEAN JOURNAL OF LYMPHOLOGY vengono riconosciuti 4 stadi di linfedema:

  • STADIO 0: linfedema latente (rilevabile solo da linfoscintigrafia e visita medica)
  • STADIO 1: linfedema spontaneamente reversibile, consistenza morbida, segno della fovea positivo
  • STADIO 2: linfedema spontaneamente irreversibile, consistenza dura, segno della fovea positivo
  • STADIO 3: linfedema con caratteristiche di elefantiasi, gravi deformità degli arti, fibrosi dei tessuti e papillomatosi cutanea.

Scopri come si cura

Vuoi saperne di più?

RICHIEDI UN CONSULTO

Contatta lo Studio Fisioterapico Ferrari Nicoletta

Blog Linfedema

CALZE E TUTORI: UN RAPPORTO DI AMORE E ODIO!

CALZE E TUTORI: UN RAPPORTO DI AMORE E ODIO!

Diciamoci la verità! Ognuno di noi alla mattina guarda le calze o il tutore per il braccio e pensa: non ci entrerò mai! Poi con un pò di fatica, si riesce ad indossare e ogni giorno ci stupiamo di come sia possibile avercela fatta! Ma perché sono così importanti...

In vacanza con il linfedema. Mare o montagna?

In vacanza con il linfedema. Mare o montagna?

Vuoi andare in vacanza, soffri di linfedema, e non vuoi che la tua condizione peggiori. Mare o montagna? In questo periodo vorresti capire quale possa essere la destinazione migliore per te? Facciamo insieme alcune riflessioni. Cosa ti piace? Magari riesci ad andare...

Ogni anno la stessa storia!

Ogni anno la stessa storia!

Ho un linfedema secondario all’arto superiore e da 3 anni porto ogni santissimo giorno il tutore elastico con un guanto senza dita. Il mio primo tutore è stato rosa fucsia: visto che doveva essere la mia seconda pelle, tanto valeva che mi piacesse no? Poi è arrivato...